paolo robaudi, fotografo, filmmaker, designer intermediale, artista visivo.

paolo robaudi fotografo, filmmaker, designer intermediale, artista visivo.

Buongiorno a tutti!

Se siete arrivati qua, comunque siate arrivati, ben arrivati.

Mi chiamo Paolo Robaudi, sono un artista (almeno dovrei) figlio di artisti (loro senz’altro lo erano) e questo è il mio blog.

Troverete tutto quello che mi passa per la testa, quello che mi piace e quello che NON mi piace, cosa penso e cosa depenso, il mio lavoro, i miei viaggi, il lavoro dei miei genitori ed il lavoro magari di amici o di altri che ho visto e mi hanno lasciato qualcosa.

Non voglio essere un tuttologo, ma ho le mie opinoni e penso sia giusto discutere delle realtà che ci circondano, sia di quelle reali e anche di quelle parziali, visto che chi dovrebbe farlo, non lo fa.

Ho avuto tanti buoni maestri, sono stato fortunato, in accademia ho avuto la fortuna di incontrare ottimi professori, il meglio a cui uno studente possa ambire ed anche incontrare grandi professionisti e artisti di prima grandezza.

Sono un artista multimediale o intermediale, nel senso che uso la fotografia, il video e la pittura per esprimere la mia creatività e nel tempo ho prestato queste mie capacità per fare “marchette” e guadagnare dei soldi, non amando tutta la corte dei miracoli che ruota attorno al mondo dell’arte ho cercato di mettere l’arte in quello che realizzo per il mondo in cui mi muovo, cioè la grafica, la fotografia ed il video, linguaggi con i quali, negli anni ho realizzato svariati generi di lavori: dalla grafica fino al reportage fotografico, passando dalle interviste per le ricerche di mercato, alla realizzazione di documentari, passando per il teatro e la televisione come scenografo o facendo reportage per alcuni giornali.

fotografo, filmmaker, designer intermediale, artista visivo.

Si insomma, sono una persona ingarbugliata, poliedrica con tanti interessi, amante della cultura, cultore del dubbio e ancora oggi a cinquant’anni distante dai tanti italici pregiudizi, padri dei tantissimi nostri vizi, ma d’altra parte, come figlio di una pittrice e grafica ed uno scultore, pittore, entrambi professori e giovani artisti nella Milano degli anni ’50 cosa potete pretendere!

Comunque amo la pasta, il buon vino, la buona compagnia, la gente educata, un bel tramonto, il sole ed il caldo sulla pelle, andare in moto, il silenzio, leggere un buon libro e passeggiare per le mie montagne, con Pepita la mia bassottina, sopra al lago di Como, le spiaggie vuote, il sorriso di mia moglie, quando mi sorride, una griglia con gli amici e poi tante altre diverse cose, perchè la vita è la somma di tante esperienze diverse e non la sottrazione di tanti momenti ugluali a se stessi.

fotografo, filmmaker, designer intermediale, artista visivo.

Penso anche fermamente che se si parlasse più di poesia e la si facesse amare ai giovani, questo potrebbe essere un mondo migliore.

Questo Blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale, ai sensi della Legge n. 62 del 7/3/2001.